FAQ

Risposte alle domande frequenti

Come faccio a capire se il metodo di lavoro utilizzato fa al caso mio?

Prima di iniziare ti invieremo una prova gratuita di editing di una decina di pagine, in base alla quale potrai decidere se proseguire o meno con il resto del lavoro.

L’editing richiederà anche un mio coinvolgimento o verrà eseguito in piena autonomia dal professionista?

L’editor lavorerà su sezioni di testo che ti verranno inviate appena disponibili, affinché tu possa fare osservazioni e accettare o meno le proposte di modifica; nessuna modifica inserita sarà vincolante, ma quanto più si riuscirà a stabilire un dialogo e una collaborazione ragionata tra editor e autore, tanto più efficace sarà l’insieme del lavoro. Da questo punto di vista quindi intendiamo pienamente rassicurarti sul tuo coinvolgimento nel lavoro, in termini di feedback, controrisposte ed eventuali riscritture.

L’editing comporterà eliminazioni, aggiunte e spostamenti?

Sì, il più delle volte. La nostra ipotesi di editing prevede di evidenziare con chiarezza i passaggi che l’editor ritiene non funzionali alla storia. Ovviamente nell’economia del racconto ogni frase fa storia a sé, quindi i tagli potrebbero riguardare sia sezioni complete sia frammenti di testo. Nel secondo caso non è da escludere, naturalmente, la possibilità di proporre piccole riscritture, sempre accompagnate a lato da commenti e suggerimenti e dalla spiegazione del punto di vista dell’editor.

Le parti eliminate, verranno anche quelle corrette?

No, come detto l’editor dovrà cercare di privilegiare quelle sezioni che fanno effettivamente procedere la trama, trasformando il testo in un vero e proprio romanzo.

Devo accettare le modifiche apportate dall’editor?

Le varie proposte di modifica saranno sempre motivate dall’editor. Qualora tra editor e autore si riscontrasse (legittimamente!) visioni troppo differenti e quindi inconciliabili riguardo a un determinato passaggio, l’autore avrà comunque l’ultima parola e il passaggio verrà lasciato come in originale (l’editor si riserva comunque di lasciare segnalato il passaggio qualora il mantenimento della versione originale creasse incongruenze a livello di trama).

Le Revisioni saranno tenute attive durante l’editing?

Dal momento che il lavoro di correzione sul testo sarà verosimilmente ricco di correzioni, cancellature e note al testo, pensiamo che lasciare visibili le revisioni Word renderebbe difficoltosa la lettura delle sezioni che inviamo. Abitualmente quindi noi sottoponiamo all’autore il giro di correzione già in neretto, lasciando evidenziate, nel caso, solo sezioni di testo tagliate e di una lunghezza significativa. Considera inoltre la lettura in neretto utile per “afferrare” meglio il diverso ritmo narrativo che l’editor vorrebbe dare all’opera.

Come faccio a calcolare di quante cartelle è il mio testo?

In Word, fai clic sulla scheda “Revisione” e poi sul pulsante Conteggio parole. Nella finestra che si apre troverai diversi dati relativi al numero di pagine, numero di parole e caratteri. Il dato che ti interessa è il numero di caratteri (spazi inclusi). Dividi il numero per 1800 e otterrai il numero di cartelle del tuo testo.